Mercoledì, Settembre 19, 2018

FREZZA & BONTEMPELLI AD UN SOFFIO DAL SOGNO.

Non è stato possibile: il titolo GTS dell’International GT Open è sfuggito d’un soffio a Lorenzo Bontempelli, il compagno di Marco, nonostante gli sforzi della coppia lombarda del Kessel Racing.

Dopo il secondo posto di ieri in gara-1, gara-2 a Barcellona si è conclusa in modo diverso, con la Ferrari F458 di Lorenzo e Marco soltanto undicesima, penalizzata dalle due neutralizzazioni occorse durante la prova. Niente punti, dunque, mentre il diretto rivale di Lorenzo, Giorgio Pantano, arrivava secondo, pareggiando a punti in classifica con Lorenzo ma vincendo il titolo per il maggior numero di vittorie durante l’anno. Sconfitto anche il Kessel Racing, nella graduatoria Team, dopo quattro anni di supremazia (con il titolo di Marco nel 2010).

Rammarico ma grande sportività nel campo italo-svizzero. “E’ un vero peccato aver mancato l’obiettivo per così poco”, ammette Marco, “ma complimenti ai vincitori, lo sport è così. Oggi le cose erano difficili sin dall’inizio, partendo lontani (21esimi nella griglia) e si sono messe peggio sin dall’inizio quando la collisione multiple in mezzo al gruppo al via ha fatto perdere ancora altre posizioni a Lorenzo. La conseguente neutralizzazione, e l’uscita successiva della safety-car per un’altro incidente, ci hanno definitivamente condannati, specie trattandosi della gara corta. Ho fatto il possibile per rimontare ma eravamo lontanissimi. Peccato anche perchè oggi la macchina finalmente aveva l’assetto giusto. Avessimo avuto la vettura in queste condizioni sin dall’inizio del weekend, le cose sarebbero andate diversamente. Ma le corse sono così. Lorenzo l’ha presa sportivamente, da grande pilota qual’è. Ringrazio lui e tutto il Kessel Racing per queste tre belle gare finali dell’Open, che mi hanno permesso di rientrare nel giro in Europa e ora inizierò a lavorare il 2014, che no so di cosa sarà fatto!”

Articoli

Powered by mod LCA
Il pilota

Il pilota milanese nato nel 1987, affronta le prime esperienze agonistiche nel motorsport con il karting, passando poi alle monoposto con la Formula Renault 2.0. Nel 2007 lasca le monoposto per passare alle ruote coperte, gareggiando con una Ferrari 430 GT2 nell'International GT Open, una serie dedicata alle vetture Gran Turismo con un palmares di concorrenti e di vetture provenienti da tutta Europa. Il suo anno magico è il 2010, stagione nella quale conquista il titolo di Campione della Classe GTS dell’International Gt Open con la Ferrari 430 Scuderia del team elvetico Kessel Racing. Seguono altre stagioni entusiasmanti, trascorse sui tracciati più importanti e prestigiosi del Mondo. Marco mostra ad ogni occasione il suo talento cristallino, conquistando importanti successi sempre con la Ferrari, ed entusiasmando gli appassionati con il suo stile spettacolare, ma sempre preciso e redditizio. Nel 2014 gareggia ancora una volta con Kessel Racing con la Ferrari 458 GT3 nella Blancpain Endurance Series ed alla "12 Ore di Abu-Dhabi".